Progetti /
Quarti si nasce, primi si diventa

Il progetto “Quarti si nasce…. primi si diventa” si propone di attivare nel triennio una serie di azioni volte a migliorare e potenziare i legami sociali tra gli abitanti di via Quarti e tra il quartiere stesso e il territorio di Baggio.

 

Il territorio di riferimento per il progetto presenta grandi fragilità rispetto alla capacità di coesione: l’alto tasso di disagio sociale e povertà economica, la disoccupazione e la scarsa scolarizzazione rendono il territorio bisognoso di tutto.  All’interno di questo contesto abbiamo privilegiato quelle azioni che permettono di gettare le basi per un processo di cambiamento attraverso l’instaurarsi di relazioni sociali positive e di mutuo aiuto.

Progetto di coesione sociale sostenuto dalla Fondazione Cariplo

 

Il contesto

 

Via Quarti, proseguimento di Via Scanini, rappresenta l’estrema periferia ovest di Milano sia dal punto di vista urbanistico che sociale, per la devianza e la marginalità economica e
culturale in cui versa.

Il piccolo quartiere di Via Quarti è uno dei tanti agglomerati popolari che abbracciano l’antico e originario borgo di Baggio, annesso in epoca fascista al Comune di Milano. Baggio è un quartiere che si distingue per le difficoltà e le contraddizioni della periferia milanese, e che tuttavia nel contempo ha una forte identità territoriale che preserva attraverso progetti e iniziative che coinvolgono i cittadini e volte a valorizzare il quartiere stesso.

Priva di esercizi pubblici commerciali e con sbocco chiuso sul Parco delle Cave, via Quarti è raggiungibile dal capolinea della 67, unico mezzo che si ferma nella piazzetta antistante la via e dove fino a pochi mesi fa era presente un presidio militare mobile.

Via Quarti è piccola, 7 palazzoni Aler costruiti negli anni ’80 con l’ambizione di diventare un esempio di architettura popolare illuminata, attenta ai bisogni delle persone. 7 palazzi che contengono complessivamente 454 appartamenti e che si affacciano sul verde.

Nel parco al confine con gli edifici una discarica abusiva e baracche contaniners che "ospitano" guppi di migranti.

Nato negli anni ’80 come quartiere modello, Via Quarti assume in breve tempo un’identità connotata negativamente: la forte presenza di famiglie numerose e disagiate e di cui alcune legate al mondo della criminalità incoraggia azioni illegali e condotte delinquenziali.

Di cosa si tratta

 

Le azioni 

La proposta progettuale prevede azioni nelle quali i cittadini stessi si possano riconoscere e a cui sentano di poter contribuire e risponderanno ai bisogni primari che sono alla base di ogni processo di cambiamento, in particolar modo in quartieri degradati e deprivati come quello in oggetto.

Priorità e caratteristica di ogni intervento sarà la concretezza dell'impatto sul territorio.

Le azioni sono orientate a una riqualifica del territorio volta a migliorare la qualità della vita  e a modificare la percezione degli abitanti rispetto al proprio quartiere:

Installazione di un’area gioco e la funzionalizzazione del campo da calcio

Potenziamento legami sociali attraverso l' attivazione di una gestione diretta da parte degli abitanti dell’area gioco e del campo da calcio con un supporto educativo

Presenza di figure psicologiche volte a sensibilizzare gli abitanti (in particolare le madri) nella cura dei bambini e come sostegno in percorsi specifici

Realizzazione di uno “sportello” itinerante che favorisca l’accesso ai servizi del territorio e l’empowerment degli abitanti stessi rispetto ai servizi

Pedibus, a scuola a pedi in gruppo e in compagnia

Piattaforma digitale con mappatura dei servizi del territorio di Baggio

Potenziamento della rete dei servizi attraverso incontri specifici

Potenziamento servizi del territorio che si occupano di inserimenti lavorativi

Potenziamento del servizio del filo di Arianna con attività per bambini e mamme

Il gruppo di lavoro

 

Cooperativa Sociale Comunità Progetto

in collaborazione con:

Fondazione San Carlo

Cooperativa sociale Il filo di Arianna

Cooperativa sociale Metamorfosi

Associazione Meglio Milano

Gli obiettivi

Riqualifica territoriale di aree dismesse e recupero di aree inutilizzate e consegnate al degrado

Promozione protagonismo e accesso ai servizi territoriali

Promozione dei legami tra le diverse realtà territoriali  e con Via Quarti

Avanzamento lavori

Durata del progetto:  marzo 2012  - 2015

Iniziativa pubblica di presentazione - marzo 2012

Già in attività:

Attività sportive in favore dei minori

Servizio di consulenza psicologica

 

Da settembre 2012:

Installazione dell'area gioco

Sportello di orientamento scolastico formativo

Pedibus: per andare a scuola in gruppo

Incontri di gruppo di madri con facilitazione di tipo psicologico

Via Quarti

La Cooperativa Comunità Progetto periodicamente seleziona personale educativo da impiegare nei propri servizi e progetti.

Puoi sostenerci con libere donazioni o devolvendo il tuo 5 per mille

Puoi lasciarci i tuoi reclami o suggerimenti inviando una mail all'indirizzo info@comunitaprogetto.org