Progetti /
Ponte

È cambiato che sto piu calmo, che mi metto a scrivere, mi metto a leggere.
Poi picchio meno gente: certe volte mi viene proprio quella voglia di litigare, ma non lo faccio sempre.
(S., III A)

 

Presidio psico-pedagogico all’interno della Scuola Secondaria di primo grado  di via Mincio, Plesso Lorenzini Feltre, Milano: consulenza pedagogica per insegnanti e genitori, sportello psicologico per ragazzi, percorsi individualizzati di tutoring, laboratori rivolti ai gruppi classe.

Nato da una pluriennale esperienza educativa all’interno del territorio e delle scuole della zona 4 del decentramento amministrativo, il progetto opera in un contesto di quartiere in cui sono frequenti gli abbandoni del percorso scolastico tra i 15 e i 17 anni e la scuola segnala gravi difficolta nella capacita di sostenere il percorso scolastico nell’eta dell’obbligo.
Caratteristica del progetto è stata quella di promuovere un lavoro di rete e di confronto tra famiglie, servizi del territorio, docenti e preside, attivando collaborazioni e sinergie.

Interventi con le famiglie

 

Tramite l’intervento di tutoring individualizzato sono stati seguiti complessivamente 17 ragazzi/e, le cui famiglie presentavano situazioni di fragilità e  di queste alcune  hanno beneficiano del supporto dai servizi sociali. L’educatore tutor e stato presente per un monte orario di 4, 6 o 8 ore la settimana, a seconda del progetto, in orario scolastico, secondo un calendario concordato con il personale della scuola. L’intervento ha alternato la presenza dell’educatore in classe con momenti ‘fuori aula’; le attivita svolte hanno spaziato dal recupero scolastico all’utilizzo di strumenti ludici e espressivi. Ci si e avvalsi anche di collaborazioni  esterne come quella con l’Associazione Piano Terra, che gestisce un orto di quartiere: l’educatore ha partecipato con ii ragazzi ai lavori dell’orto.
Il rapporto con l’educatore ha permesso ai ragazzi  ed alle ragazze di fidarsi, di porre domande, sentirsi accolti nelle proprie fragilità e di farsi aiutare a scuola raggiungendo risultati soddisfacenti, recuperando fiducia e sicurezza in se.

Laboratori

 

Nei laboratori abbiamo lavorato con circa 220 ragazzi.
Sono stati condotti un laboratorio teatrale, laboratori di scrittura creativa sulla narrazione del proprio quartiere, laboratori di introduzione alla scrittura autobiografica e  laboratori di pre-orientamento in tutte e 6 le classi seconde.

Gli sportelli

 

Allo sportello psicologico, gestito dall’Associazione Alice, partner del progetto, si sono rivolti 46 ragazzi e ragazze di cui circa l’80% in modo continuativo.

Lo sportello pedagogico è stato utilizzato da 16 insegnanti, 22 genitori e 3 operatori della rete. Il consulente è ora considerato un pu

Progetto Ponte: raccordi territoriali tra famiglia, scuola e servizi. Fondo nazionale per l'Infanzia e l'adolescenza L.285/97.

Coordinatrice: Chiara Tacconi.

Periodo: gennaio 2010 - dicembre 2011.

Equipe: 1 coordinatore, 5 educatori e 1 educatore con funzione di consulente pedagogico.

17 ragazzi e ragazze sono stati seguiti con percorsi di tutoring individualizzato.

Si sono rivolti allo sportello psicologico 46 ragazzi e ragazze di cui l'80% in modo continuativo.

Lo sportello pedagogico è stato utilizzato da 16 insegnanti, 22 genitori e 3 operatori della rete. Il consulente è ora considerato un punto di riferimento per molti insegnanti in momenti di difficolta  nella di gestione di alcuni ragazzi o della classe.

La Cooperativa Comunità Progetto periodicamente seleziona personale educativo da impiegare nei propri servizi e progetti.

Puoi sostenerci con libere donazioni o devolvendo il tuo 5 per mille

Puoi lasciarci i tuoi reclami o suggerimenti inviando una mail all'indirizzo info@comunitaprogetto.org