Progetti /
Parkour

Percorsi di prevenzione all'esclusione sociale

 

Il progetto Parkour viene realizzato nel quartiere Corvetto di Milano, un territorio periferico caratterizzato da diverse forme di disagio sociale. L'idea guida è che in territori di questo tipo la scuola si puo' configurare come tangibile presidio istituzionale, risorsa fondamentale nella prevenzione del disagio e nel favorire percorsi di inclusione sociale.

Tuttavia la scuola sempre più, per ragioni diverse, fatica a svolgere questo ruolo: le scarse risorse economiche, le rare opportunità formative e di aggiornamento per i docenti e i carichi di lavoro prodotti a seguito delle recenti riforme, depotenziano moltissimo il suo ruolo didattico ed educativo. Il progetto Parkour intende rafforzare il valore di presidio che gli Istituti Comprensivi Lorenzini-Feltri e Pezzani, rappresentano per il quartiere Corvetto. 

Il progetto Parkour è terminato con il convegno-evento Imparare è bello

Il disagio scolastico

 

Il  disagio scolastico foriero di dispersione, è determinato dall'interazione di più fattori sia individuali che ambientali e si esprime in una grande varietà di situazioni problematiche che espongono lo studente al rischio di insuccesso e di disaffezione alla scuola. I problemi scolastici spesso non hanno una causa specifica e sono  piuttosto l'effetto di molti fattori che riguardano sia lo studente, sia il contesto in cui egli viene a trovarsi (ambiente socioculturale, clima familiare, qualità dell’istituzione scolastica e degli insegnanti). Secondo alcuni studiosi, il disagio scolastico “ ….è uno stato emotivo non correlato necessariamente a disturbi di tipo psicopatologico, linguistico o a un ritardo cognitivo e si manifesta attraverso un insieme di comportamenti disfunzionali (scarsa partecipazione, disattenzione, comportamenti prevalenti di rifiuto e di disturbo, assenza di senso critico) che non permettono al soggetto di vivere adeguatamente le attività di classe e di apprendere con successo “ (Mancini e Gabrielli -1998)

Proprio questo carattere composito e multifattoriale del disagio scolastico, le sfumature sociologiche e psicologiche che lo connotano, l'influenza dell'ambiente famigliare, sia socio-economico che culturale, diventa necessario un approccio di tipo sistemico, un intervento che non si limita al singolo studente in difficoltà, ma che coinvolge anche i genitori, i compagni di classe e la scuola come istituzione.

Di cosa si tratta

 

Azioni di prevenzione alla dispersione scolastica:
- tutoring in classe
- laboratori in stretta connessione con i programmi didattici
- sostegno all'apprendimento della lingua italiana
- doposcuola rivolto ad alunni stranieri

Azioni di prevenzione al disagio:
- Spazio di ascolto psicologico e sociale
- Tutoring extrascolstico
- Consulenza pedagogica rivolta ai genitori
- Azioni di mediazione linguisitco-culturale
- azioni di sostegno all'integrazione delle famiglie straniere
- laboratori didattico/espressivi di integrazione culturale

Azioni di sostegno al ruolo della scuola
- Consulenza psicologica rispetto a situazioni di disagio degli alunni
- Consulenza pedagogica nel sostegno al ruolo educativo
- Mediazione Culturale sia nella comunicazione coni genitori che nella relazione con gli alunni stranieri
- Tutoring scolastico
 

 

Il gruppo di lavoro

 

Il progetto nasce all'interno dei tavolo indetto dal Consiglio di Zona 4 per la progettazione locale in favore dei minori e degli adolescenti e si raccorda con il tavolo minori di Zona 4.

Il progetto viene realizzato in partneship con L'Associazione Todo Cambia ed in collaborazione con l'Associazione Piano Terra.

 

Progetto Parkour: percorsi di prevenzione all'esclusione sociale finanziato con fondi l.85/97 V PIANO INFANZIA E ADOLESCENZA Città di Milano 2011-2013.

Coordinatrice: dott.ssa Anna Bottani.

Periodo: 1 settembre 2012 - 31 luglio 2014.

Equipe: 1 coordinatrice con un'équipe di educatori, psicologi, facilitatori e mediatori a diretto sostegno del lavoro di genitori, insegnanti e ragazzi.

 

 

 

 

AZIONI REALIZZATE:

 

Sportello di ascolto psicologico per i ragazzi della scuola secondaria di via Mincio

Sportello di counseling pedagogico per genitori e insegnanti presso le scuole secondarie di via Mincio e di via Martinengo.

Interventi educativi individualizzati a supporto del percorso di crescita scolastico ed extrascolastico di 10 ragazzi.

Laboratorio di orto e falegnameria rivolti ad un piccolo gruppo di alunni in stretto raccordo con la didattica.

Laboratori teatrali per i gruppi classe o per gruppi di indirizzo teatrale.

Laboratori di Autobiografia rivolti alle classi seconde.

Laboratori di conoscenza delle professioni in un'ottica orientativa rivolti alle classi seconde.

Interventi di gruppo e individualizzati di facilitazione linguistica a scuola.

Interventi di mediazione linguistico-culturale tra scuola e famiglie.

Incontri informativi rivolti a cittadini stranieri, presso i locali dell'Arci di via Oglio.

Scuola di italiano per adulti stranieri, presso i locali dell'Arci di via Oglio.

Partecipazione alle reti terrritoriali e al tavolo minori di zona 4.

 

La Cooperativa Comunità Progetto periodicamente seleziona personale educativo da impiegare nei propri servizi e progetti.

Puoi sostenerci con libere donazioni o devolvendo il tuo 5 per mille

Puoi lasciarci i tuoi reclami o suggerimenti inviando una mail all'indirizzo info@comunitaprogetto.org