Progetti /
Gli spazi del teatro

“Da più di dieci anni un gruppo di cittadini milanesi abili e diversamente abili, insieme ad alcuni educatori ed attori professionisti, si incontra ogni settimana nel teatro della compagnia teatrale A.T.I.R. Tutti lasciano sulla strada i propri ruoli e giocano insieme a fare teatro. Costruiscono personaggi, danzano, imparano a memoria testi, mettono in scena spettacoli. Cercano un modo per conoscersi e intendersi al di là di ogni differenza di storia, salute, età, professione e condizione sociale. Cercano un modo per stare bene insieme. Un modo che, a vederlo da fuori, magari, contagi!”

Gli spazi del teatro
 

Il progetto Gli Spazi del Teatro è nato nel 2000 dalla collaborazione tra la cooperativa sociale Comunità Progetto e la compagnia teatrale A.T.I.R.

Le attività

 

Spazi del Teatro è un progetto d’integrazione sociale, formazione e crescita personale. Il progetto ha al suo interno una Scuola di teatro integrato, rivolta a cittadini abili e diversamente abili ed ha la sua sede al Teatro Ringhiera, “casa” della compagnia ATIR.  La scuola è articolata in tre anni. I primi due anni sono dedicati alla formazione teatrale dei partecipanti. Il terzo ed ultimo è un master professionale finalizzato alla produzione di uno spettacolo diretto da un noto regista professionista. Attualmente la scuola coinvolge un centinaio di partecipanti tra cittadini abili e diversamente abili.
Il progetto promuove, inoltre, laboratori integrati per le strutture territoriali che si occupano di disabilità, stages formativi per operatori sociali e teatrali e lezioni aperte per le scuole.


I SERVIZI OFFERTI
- Scuola di teatro integrato al Teatro Ringhiera
- Laboratori integrati per le strutture territoriali  che si occupano di integrazione, disabilità, educazione
- Corsi di formazione per operatori sociali
- Lezioni aperte di sensibilizzazione ai temi della disabilità per le scuole medie superiori.

 

Metodo e strategie

 

Tutti i laboratori sono condotti da un attore professionista affiancato da un educ-attore (figura educativa esperta in teatro sociale). La presenza di queste due figure consente di integrare lo sguardo e i punti di vista di entrambe le professionalità e preservare sia la qualità educativa che quella artistica del lavoro.

L'obiettivo è di creare un gruppo che condivide un percorso articolato, fatto sia di momenti di laboratorio che di socializzazione, confronto e proposta: ingredienti necessari alla costruzione di uno spazio creativo.

A fianco delle persone con disabilità partecipano al laboratorio anche i loro educatori: condividere un'esperienza nuova per entrambi scompagina gli equilibri della relazione fornendo l'occasione per un incontro più ricco e strumenti di comunicazione nuovi.

Il lavoro di integrazione nasce già all'interno del laboratorio grazie al coinvolgimento, a partire dal 2005, di cittadini  che, pur non lavorando in ambito educativo, si dimostrano interessati a partecipare a questa esperienza e a confrontarsi  con il mondo della disabilità e del sociale.

Nel corso degli anni il progetto ha costruito rapporti con interlocutori pubblici dei settori sociale e sanitario (Assistenti sociali, psicologi e psichiatri), con imprese del privato sociale e con singole famiglie.

5x 1000

 

Con la tua denuncia dei redditi (CUD, 730 e Modello Unico) puoi destinare il 5x1000 dell'IRPEF per sostenere "Gli Spazi del Teatro" e contribuire allo sviluppo del progetto di teatro integrato che coinvolge ogni anno decine di cittadini abili e diversamente abili.

1: Firma la dichiarazione dei redditi (Cud, 730 e Modello Unico) nell'apposito spazio "Sostegno del Volontariato, delle Organizzazioni non Lucrative di Utilità Sociale"

2: Indica nella riga sottostante il codice fiscale: 12618790153

IL 5X1000 NON COSTA NULLA Non si tratta di una quota in più da versare o da donare, ma di una diversa destinazione di una parte delle imposte che si devono pagare allo Stato.

IMPORTANTE Se non devi consegnare il modello 730 o il modello Unico puoi scegliere comunque di destinare il 5X1000: in questo caso consegna il modello CUD, compilato con la firma e il codice fiscale di 12618790153, in banca o in posta, in busta chiusa con la dicitura "5x1000".

PASSA PAROLA Aiutaci a far sapere a quanti più amici possibile di questa forma di sostegno importante e semplice. Passa parola!

Per fare una donazione alla Cooperativa Comunità Progetto fai un bonifico dell'ammontare desiderato sul Conto Corrente della Cooperativa Comunità Progetto, Banca Popolare di Milano, IBAN: IT02U0558401626000000018836.

Il cinque per mille a Comunità Progetto viene utilizzato interamente per sostenere Gli spazi del teatro, per sapere nello specifico come sono stati utilizzati i fondi dell''ultimo 5 per mille pervenuto, qui in allegato la relazione sulle azioni finanziate

Il video promo dell'ultimo spettacolo de

Gli Spazi del teatro

ENTI PROMOTORI
Compagnia Teatrale A.T.I.R.
Cooperativa Sociale Comunità Progetto

IDEATORI DEL PROGETTO
Nadia Fulco, Lorenzo Marasco, Chiara Tacconi, Francesca Pesce e Graziano Valera.

RESPONSABILE
Nadia Fulco (Compagnia Teatrale A.T.I.R)

SUPERVISORE ARTISTICO
Serena Sinigaglia  (Direttore artistico A.T.I.R.)

COORDINAMENTO COMUNITÀ PROGETTO

Massimiliano Pensa

CONDUTTORI
Barbara Bedrina, Katiuscia Bonato, Francesco Casanova, Maria Paola Di Francesco, Mattia Fabris, Matilde Facheris, Nadia Fulco, Silvia Gallerano, Alberto Oliva, Stefano Orlandi, Arianna Scommegna, Chiara Stoppa, Serena Zen, Sandra Zoccolan.

REGISTI
Monica Allievi, Marcela Serli, Serena Sinigaglia, Mimmo Sorrentino.

DRAMMATURGHI
Francesco Casanova, Tommaso Urselli.

SCENOGRAFI
Maria Spazzi, Serena Zen.

COSTUMISTI
Giada Masi, Federica Ponissi.

LIGHT DESIGNER
Pietro Paroletti e Alessandro Verazzi.

TECNICI
Roberta Faiolo, Pietro Paroletti e Marcello Santeramo

EDUC-ATTORI
Valentina Ledono, Francesca Maggioni, Caterina Mesiano, Massimiliano Pensa, Chiara Tacconi, Federico Timeus. Graziano Valera, Francesca Vavassori.

La Cooperativa Comunità Progetto periodicamente seleziona personale educativo da impiegare nei propri servizi e progetti.

Puoi sostenerci con libere donazioni o devolvendo il tuo 5 per mille

Puoi lasciarci i tuoi reclami o suggerimenti inviando una mail all'indirizzo info@comunitaprogetto.org