Progetti /
Binario 25

Binario 25 è il binario che manca alla Stazione Centrale di Milano, il binario da cui vogliamo partire per accompagnare in un lungo e difficile viaggio chi oggi vive sulla strada. Destinazione la società civile, la comunità locale, la nostra città.
Motivo del viaggio il recupero delle abilità sociali, delle condizioni base di vita, dei diritti di cittadinanza.

 

Nel corso degli ultimi anni si rileva  sul territorio milanese una crescita del fenomeno della grave marginalità adulta.
Dal lato dell’offerta di servizi si assiste ad un potenziamento dei servizi d’accoglienza notturna e dei servizi di assistenza ai bisogni essenziali come salute e alimentazione.
Questa offerta tuttavia risponde solo in maniera parziale alla complessità dei bisogni emergenti e, soprattutto, non si occupa della complessiva integrazione sociale delle persone.

Il fenomeno a Milano

 

Sull’ aspetto quantitativo il fenomeno, sul territorio del Comune di Milano, viene indagato dalla ricerca realizzata nel gennaio 2008 dall’Università Bocconi.
A Milano sono 4.582 le persone che non hanno una casa, di cui 1.152 sono ospitate da dormitori e centri di accoglienza. La ricerca mette in evidenza la presenza di circa 400 soggetti senza fissa dimora che nella stagione invernale, non accedono alle strutture predisposte per l'emergenza freddo. Sono i soggetti più esposti all'aggravarsi delle condizioni generali di vita.
Oltre il 50% dei senza fissa dimora è italiano (seguito da un 9% di algerini/marocchini, egiziani, romeni, sudamericani) e sono quasi tutti uomini, mentre le donne rappresentano poco più del 5% del campione analizzato.
Sui circa 5mila senza dimora censiti il 30% è diplomato, mentre il 7% è laureato. L'età media è di 39 anni e il 30% dichiara di lavorare anche se ha una occupazione precaria o in nero.
La ricerca ha inoltre rilevato che l'età media dei soggetti che vivono in strada è sempre inferiore., dato viene confermato dall’età  anagrafica  delle persone che negli ultimi anni hanno avuto accesso  ai Servizi Sociali per Adulti in Difficoltà del Comune di Milano.
Il minor numero di donne presenti in strada è soggetto ad un maggior grado di sofferenza psichica che le espone fortemente ad abusi e violenze sessuali.

Di cosa si tratta

 

Binario 25 intende sostenere le persone senza dimora attraverso percorsi educativi di sostegno personalizzato,

L’intervento verrà svolto attraverso un’attività educativa nei luoghi e nei contesti solitamente frequentati dalle persone gravemente emarginate e senza dimora e presso i servizi che verranno individuati come adeguati.
Un’equipe d’educatori professionali svolgerà sia il lavoro di educativa di strada che quello di accompagnamento sociale.
Binario 25 opera in stretto raccordo con il Centro Aiuto Stazione Centrale del Comune di Milano a cui spetta una funzione di regia e d’invio dei casi. Una collaborazione in grado di garantire risposte competenti alle segnalazioni di: cittadini, volontari, polizia locale, unità mobili e privato sociale per migliorare e potenziare gli accompagnamenti ai servizi socio-sanitari in un ottica di lavoro di rete.

Obiettivi generali

 
  • fornire uno spazio d’ ascolto e di relazione che riconosca la persona nella sua complessità e specificità
  • fornire alla persona la possibilità di elaborazione di eventi critici che hanno contribuito alla costruzione della condizione di difficoltà
  • promuovere l’elaborazione della propria esperienza di vita e trasformarla in apprendimento e risorsa riutilizzabile
  • favorire la lettura e l’interpretazione del proprio stato di bisogno e l’emergere di una     effettiva  domanda di aiuto
  • recuperare capacità relazionali e di  risocializzazione
  • attuare misure d’orientamento ai servizi del territorio e di accompagnamento a percorsi terapeutici con particolare attenzione all’ambito psichiatrico
  • individuare di risorse formali ed informali per la tenuta di un progetto globale di vita
  • avviare percorsi di mediazione sociale, culturale e comunicativa
  • aumentare il livello di autostima e di autonomia
  • attivare reti formali ed informali di riferimento costruite in base alle specifiche problematiche del soggetto;
  • attivare percorsi di ri-socializzazione e di re-inserimento sociale, abitativo e lavorativo
  • promuovere percorsi di cura di sé e percorsi terapeutici specifici

Comunità Progetto ha collaborato con il Comune di Milano alla gestione dell'emergenza freddo 2012 impegnando gli educatori di Binario 25 nei colloqui di accoglienza notturni alle persone senza dimora prima del loro accompagnamento ai luoghi di riposo.

 

Comunità Progetto fa parte della Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora (Fio.PSD)

La Cooperativa Comunità Progetto periodicamente seleziona personale educativo da impiegare nei propri servizi e progetti.

Puoi sostenerci con libere donazioni o devolvendo il tuo 5 per mille

Puoi lasciarci i tuoi reclami o suggerimenti inviando una mail all'indirizzo info@comunitaprogetto.org